Home » Progetto C.T.S.

Progetto C.T.S.

Istituzione dei C.S.T. in Italia

Istituzione dei C.S.T. in Italia -   C.    T.    S.
Il  CST , Centro di Supporto Territoriale, è  uno dei risultati del  Progetto Ministeriale “Nuove Tecnologie e Disabilità”, che ha lo scopo di valorizzare il ruolo che le Nuove Tecnologie possono avere nell’integrazione scolastica degli studenti disabili.

Il Progetto, promosso e cofinanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione e dal Dipartimento per l’Innovazione Tecnologica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nasce nel 2005 e mira a sostenere l’uso efficacedelle nuove tecnologie informatiche da parte degli alunni disabili, al fine di potenziarne i processi di apprendimento e di integrazione. Si tratta di un progetto ampio ed articolato e si sviluppa nel corso degli anni successivi, attraverso l’elaborazione di 7 AZIONI.
Le azioni 4 e 5 consentono la realizzazione dei Centri di Supporto.

I Centri di supporto territoriali hanno molteplici funzioni: censire le "buone pratiche" effettuate dalle scuole, documentarle e diffonderle, rilevare le esigenze informative/formative delle scuole del territorio regionale, attivare interventi mirati a fornire assistenza tecnica e didattica all’uso delle nuove tecnologie, programmare percorsi di formazione. 
 
 OBIETTIVO del MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE:
  
  ... Sostenere l'uso efficace delle tecnologie informatiche da parte degli studenti con  disabilità, al fine di potenziarne i processi di apprendimento e di integrazione...
 

PROGETTO NUOVE TECNOLOGIE

Le finalità principali del Progetto Nuove Tecnologie non sono solo quelle di “aggiungere” nuove attività ad attività esistenti o nuove strutture a quelle già preposte ma, piuttosto, valorizzare quanto si sta già facendo e renderlo disponibile in modo diffuso.

Per le varie tipologie di disabilità, le tecnologie informatiche sono ormai diventate indispensabili al raggiungimento dell’ autonomia scolastica dell’alunno, e il loro uso va considerato come un requisito minimo di qualità per la loro istruzione e formazione, diciamo un vero e proprio “diritto” dello studente. 

                                                NUOVE TECNOLOGIE    =     DIDATTICA SPECIALE
Quindi l’intento del Progetto è quello di mettere le scuole (tutte le scuole) nella condizione di potersi attivare davvero, offrendo nel territorio un supporto tecnico e didattico,  e investendo nella formazione.

Il centro di supporto diventa perciò un punto di riferimento e di contatto per l’ottimizzazione delle risorse informatiche hardware e software con indicazione precisa sulla loro utilizzabilità, e reperibilità.
Un primo accenno all’utilizzo delle nuove tecnologie si evidenzia già con la legge 104 del ’92, la quale fa chiaro riferimento al rapporto tra nuove tecnologie e didattica speciale, cominciando ad assegnare i primi finanziamenti per l’integrazione, da utilizzare anche per la realizzazione di progetti "handicap e computer".

Sappiamo che la finalità di questa legge è quella di predisporre interventi volti a superare stati di esclusione scolastica e sociale della persona disabile, garantendo e promuovendo il diritto di autonomia e di integrazione, contribuendo così all’istituzione di una scuola basata sulla VALORIZZAZIONE di tutti.

Gli articoli 13 e 34 evidenziano l'intenzione di dotare le scuole e le università di ausili tecnici per l'effettivo diritto allo studio:

legge 104/92 - artt. 13 - 34

...dotare le scuole di attrezzature tecniche e di ausili didattici, nonchè ogni altra forma di ausilio tecnico, per promuovere il diritto allo studio degli alunni disabili...

           ...vengono inseriti attrezzature ed apparecchi elettronici ed altri ausili che permettano di compensare le difficoltà di persone con handicap fisico o sensoriale...


Il computer e tutti gli ausili hardware specifici per le disabilità,  come tastiere facilitate, mouse trackball, sensori, interfaccia, comunicatori vocali etc…, diventano strumenti indispensabili per  ridurre il divario tra patologia e normalità. 

Le Nuove Tecnologie, se usate correttamente, promuovono la realizzazione di  una didattica speciale, agevolando l’alunno che presenta i seguenti disturbi:

- DISTURBI SPECIFICI DELL'APPRENDIMENTO

-
DIFFICOLTA' VISIVE
                                                             
- DIFFICOLTA' UDITIVE 

- DIFFICOLTA' MOTORIE  

- DIFFITOLTA' PSICOMOTORIE

 

  C.    T.    S.

CORSI di FORMAZIONE ERICKSON 2015/16 (clicca sulla foto per collegarti al sito)

  C.    T.    S.

(clicca sull'immagine per collegarti al sito web)

  C.    T.    S.

(Clicca sull'immagine per collegarti al sito del Ministero)

  C.    T.    S.

  C.    T.    S.

(Clicca sull'immagine per collegarti al sito web)

  C.    T.    S.

IL C.T. S. è PUNTO DEMO ERICKSON ed HELPICARE

CENTRO SUPPORTO TERRITORIALEVia Pisa, 1854100 Marina di Massa MSTel: 0585 242690cstmassacarrara@gmail.com

Corriere.it